Parenzo. Al via la campagna vaccinale per operatori turistici

Al momento in lista d’attesa il 70% dei dipendenti del settore, che conta di ricevere la seconda dose entro la metà di giugno

L’inizio della campagna vaccinale nell'albergo Diamant di Parenzo

È iniziata ieri nell’albergo Diamant di Parenzo la campagna vaccinale degli operatori turistici ed entro la fine della settimana si conta di vaccinare 500 operatori ritenuti maggiormente a rischio, ossia che nell’espletare le proprie mansioni non hanno la possibilità di mantenere una dovuta distanza dagli ospiti. Per il momento ne ha fatto richiesta il 70% dei dipendenti del settore, che conta di ricevere la seconda dose entro la metà di giugno. A livello nazionale, l’adesione maggiore si registra proprio in Istria, la Regione più organizzata in materia.
Per l’inaugurare della campagna vaccinale del settore turistico è stata indetta una conferenza stampa, nel corso della quale Denis Ivošević, direttore dell’Ente turistico regionale, ha rilevato l’importanza di quest’azione in funzione della promozione turistica. Aleksandar Stojanović, dell’Istituto regionale per la salute pubblica ha sottolineato l’ottima collaborazione con il settore turistico, insieme al quale sono stati allestiti 80 punti mobili e fissi in cui si potranno eseguire i test BAT (test antigenico veloce). Veljko Ostojić, direttore dell’Associazione turistica nazionale, ha posto l’accento sull’ottima comunicazione quotidiana con la task force regionale, invitando chi di competenza a un approccio regionale nella realizzazione delle mappe epidemiologiche europee. Dino Kozlevac, comandante della Protezione civile regionale, ha infine annunciato che il settore sanitario è pronto per affrontare la stagione estiva e che le strutture di quarantena opereranno anche presso le compagnie turistiche. Kozlevac ha ringraziato per la collaborazione il settore turistico e le autorità locali, che hanno favorito il tempestivo avvio dei preparativi onde garantire la sicurezza nella stagione turistica.
In fase di realizzazione pure una piattaforma digitale, una sorta di registro di supporto logistico e organizzativo. Inoltre sul portale www.istra.com, sono già state pubblicate tutte le informazioni utili ai turisti, compresa la situazione epidemiologica. Si sta attuando inoltre il progetto Safe Stay in Croatia, teso a posizionare la Croazia quale destinazione turistica sicura.
Stojanović ha annunciato infine che questa settimana inizierà pure la vaccinazione dei dipendenti degli asili, delle scuole e delle istituzioni giudiziarie.
La stagione turistica non sarà facile, anche perchè la situazione potrebbe cambiare di giorno in giorno, per cui le compagnie turistiche saranno flessibili nelle prenotazioni e si dovranno accettare quelle dell’ultima ora. Il successo dipenderà ancora una volta dalle capacità d’adattamento, tentando di ripetere il risultato dell’anno scorso, puntando su una comunicazione chiara e precisa verso i principali bacini d’emissione turistica.

Facebook Commenti