Paolo Palminteri si accomiata dall’Istria

Il Console generale a Pisino con i vertici della Regione

Giuseppina Rajko, Fabrizio Radin, Paolo Palminteri e Valter Drandić. Foto Goran Žiković

“In Istria mi avete un po’ viziato. Spesso nel corso dei quattro anni trascorsi a Fiume mi sono chiesto perché dappertutto le sfide non possano essere affrontate e superate come avviene in Istria, in particolare per quanto concerne l’assistenza ai connazionali”. Lo ha dichiarato il Console generale d’Italia a Fiume, Paolo Palminteri, in occasione dell’incontro di commiato avuto mercoledì sera a Pisino, con il facente funzione di presidente della Regione istriana, il connazionale Fabrizio Radin, e il presidente dell’Assemblea regionale, Valter Drandić. Alla cerimonia hanno partecipato pure la vicepresidente della Regione istriana eletta nelle file della CNI, Giuseppina Rajko, nonché Melita Ferenčić. Paolo Palminteri ha chiesto ai suoi ospiti di trasmettere i suoi ringraziamenti a tutte le istituzioni istriane, a iniziare dai sindaci, che lo hanno sempre aiutato nell’adempimento del suo incarico consolare.

L’articolo completo sulla Voce giovedì in edicola

Facebook Commenti