Ospedale di Fiume. Corde vocali curate con il botox

La paziente Čazima Badovinac con due dottoresse del team che ha effettuato l'intervento. Foto Nel Pavletic/PIXSELL

Nel Centro clinico-ospedaliero di Fiume è stato eseguito, per la prima volta in Croazia, un intervento nel corso del quale è stata applicata la tossina botulinica, meglio conosciuta come botox per curare la disfonia spasmodica, conosciuta anche come disfonia spastica o distonia laringea. Due le pazienti sottoposte a questo intervento, una di Fiume e l’altra di Slavonski Brod, svolto grazie alla collaborazione dell’Istituto di audiologia e foniatria e la Clinica di neurologia del CCO. Finora interventi del genere erano possibili solo presso il Centro universitario di Lubiana, dove sono stati istruiti anche molti specialisti fiumani. L’operazione è stata eseguita, tramite l’elettromiografia e l’elettroneurografia, dalla responsabile dell’Istituto di audiologia e foniatria, Tatjana Šepić, dal fonochirurgo Dijana Maržić e dalla capoinfermiera Astrid Rodin, dalla responsabile della Clinica di neurologia, Vladimira Vuletić, dalla dott.ssa Barbara Zadković e dalla capoinfermiera Sanja Milinković.

Facebook Commenti