Omicron Slovenia, esplosione di contagi

0
Omicron Slovenia, esplosione di contagi
L'Ospedale generale di Isola

L’epidemia di Covid-19 sta dilagando in Slovenia e anche nella regione costiera. Oggi, mercoled+ 19 gennaio, in ambito nazionale sono stati rilevati oltre 12mila contagi, un livello mai nemmeno sfiorato nelle precedenti ondate. Intanto rischiano di non reggere la mole di lavoro di queste ore i laboratori che svolgono i test. I vari punti allestiti per i tamponi molecolari, soltanto nel Capodistriano sono una decina, sono presi letteralmente d’assalto. I prelievi durano pochi secondi, ma manca poi il personale per analizzare i campioni e avvisare i pazienti, per cui sono state dettate nuove norme in materia. Controlli che vanno oltre il protocollo anti-Covid generale, che prevede il rispetto delle norme guarito-testato o vaccinato, vengono richiesti e organizzati a scopo preventivo dalle aziende più grandi. Si moltiplica il numero delle sezioni scolastiche in quarantena, dopo che uno o più alunni hanno contratto la malattia. La situazione più grave è stata segnalata dalla scuola di Monte di Capodistria, dove sono state chiuse 7 classi su 17. Il governo nel tentativo di facilitare le varie attività sociali ed economiche ha accorciato a cinque giorni l’isolamento di chi è entrato in contatto con un ammalato, condizione che può essere revocata con un tampone molecolare negativo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display