Omicidio di Čavle. Moglie freddata davanti al pc

Trapelano nuovi dettagli sull'uxoricidio di mercoledì sera in una casa alle spalle di Fiume

La casa in cui ci è consumata la tragedia. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

Le ha sparato alle spalle mentre si trovava davanti al computer. Il 69.enne A.Š. ha ucciso così la 47.enne moglie V.Š. in una casa di Čavle, comune alle spalle di Fiume. È questo uno dei pochi dettagli trapelati in merito all’omicidio verificatosi mercoledì sera, quando un matrimonio durato 22 anni è finito nel sangue. Il presunto omicida, dopo aver sparato alla consorte, ha gettato il fucile nel giardino di casa, si è seduto in auto e si è consegnato alla più vicina stazione di polizia. Davanti al giudice d’indagine ha deciso di non parlare e di non raccontare quale sia stato il motivo che lo ha portato a freddare la moglie.
Il 69.enne è un pensionato, che ha trascorso tutta la vita lavorativa in un cantiere navale. È anche un reduce di guerra e per il fucile con cui ha commesso l’omicidio era in possesso di un regolare porto d’armi. Però, durante il sopralluogo, gli inquirenti hanno trovato nella casa dell’orrore anche due pistole realizzate a mano e diverse munizioni. La vittima, invece, lavorava in una Casa per l’anziano.

Facebook Commenti