Oggi a Gallesano riuniti i vertici delle istituzioni CNI

Sessione d'emergenza a causa dei nodi finanziari

La sede della CI di Galleranno. Foto Giuliano Libanore

La Comunità nazionale italiana è chiamata a fare quadrato. Le difficoltà finanziarie che stanno lentamente paralizzando l’attività della CNI hanno reso necessaria la convocazione degli “Stati generali” dell’etnia. Una sorta di riunione d’emergenza che si terrà oggi a porte chiuse nella sede della Comunità degli Italiani di Gallesano. Oltre ai vertici dell’Unione Italiana dovrebbero parteciparvi gli esponenti dell’Assemblea dell’UI e quelli della CAN Costiera, nonché i deputati ai seggi specifici dell’etnia ai Parlamenti di Zagabria e Lubiana, i presidenti delle Comunità degli Italiani, i rappresentanti degli istituti scolastici della CNI di ogni ordine e grado nonché quelli di tutte le altre istituzioni della minoranza.
La situazione appare seria. I problemi nell’erogazione dei finanziamenti dall’Italia stanno lasciando il segno. Si attende ancora la conferma del Piano di lavoro e finanziario per l’anno in corso da parte del Comitato di coordinamento per le attività in favore della CNI. Inoltre non sono state realizzate nemmeno tutte le attività programmate per il 2018 a causa della crisi che ha investito l’Università Popolare di Trieste e al fatto che i fondi da Roma arrivano al rallentatore.
A Gallesano l’Unione Italiana probabilmente spingerà affinché tutte le istituzioni dell’etnia facciano fronte comune per cercare di superare il difficile momento e difendere chiaramente anche il principio di unitarietà. C’è già chi considera di sapore storico questa riunione dopo la quale dovrebbe essere emanato un comunicato congiunto.

Facebook Commenti