Numeri in calo: i pazienti Covid istriani tornano a Fiume

Uno dei reparti Covid del Cco di Fiume sugli schermi del centro di controllo. Foto Roni Brmalj

Considerata la situazione stabile nella Regione litoraneo-montana e in quella istriana, il Ministero della Sanità ha deciso che il Centro clinico ospedaliero di Fiume riprenda il ruolo di Centro primario per la respirazione assistita per i malati Covid istriani. Il Centro per la respirazione assistita aperto nell’ospedale di Pola qualche mese fa non verrà chiuso, ma rimarrà come un’unità di riserva in caso di necessità. Prima dell’aumento del numero dei ricoveri, i pazienti provenienti dall’Istria venivano trasferiti a Fiume e questa prassi viene ora  ripristinata. Nel caso la situazione dovesse peggiorare, il Centro per la respirazione assistita sarà riattivato in breve tempo.

Facebook Commenti