Nomine Ue, nessun accordo: si riprova martedì

Foto Hrvoje Jelavic/PIXSELL

Il socialista olandese Timmermans non passa e dopo oltre 17 ore di trattative, l’Unione europea non trova l’accordo sui top jobs, ossia sui nuovi presidenti di Commissione, Parlamento, Consiglio Ue, il rappresentante della Politica estera e il nuovo leader della Banca centrale europea. Donald Tusk, presidente del Consiglio Ue uscente, annuncia che i leader dell’Ue hanno deciso di sospendere la riunione straordinaria e di ritrovarsi domani, martedì, alle 11, sempre a Bruxelles.

Facebook Commenti