Verteneglio. Poco probabile la morte per coronavirus

Strade vuote a Verteneglio. Foto Zeljko Jerneic

“È poco probabile che l’uomo morto nella notte tra martedì e mercoledì sia deceduto a causa del coronavirus”. Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Vili Beroš. L’uomo sui 70 anni, proprietario di un famoso locale di Verteneglio, “non aveva sintomi riconducibili al Covid-19, nonostante fosse in autoisolamento perché venuto a contatto con una persona contagiata”.
Stamattina, mercoledì 18 marzo, era stato annunciato che una persona anziana di Verteneglio era morta mentre si trovava in autoisolamento. “Nel corso della giornata di martedì ha accusato gravi sintomi respiratori e gli è stato consigliato il ricovero in ospedale, che però ha rifiutato. Nel corso della notte ha avuto una crisi ed è deceduto. Ora è in atto la procedura per capire se l’anziano con malattie pregresse, avesse contratto il coronavirus”, avevano spigeato i responsabili della task force della Regione istriana.
Intanto, in Istria sono confermati cinque nuovi casi: due persone di Umago, una di Rovigno, una di Pola e una di Dignano, che vanno ad aggiungersi ai sei già contagiati, di cui due che viaggiano verso la completa guarigione”.

Facebook Commenti