Mirta Tomas eletta presidente della CI di Zara

Mirta Tomas e Igor Karuc

La Comunità degli Italiani di Zara ha una nuova presidente. A guidare il sodalizio per i prossimi quattro anni sarà Mirta Tomas, che subentra così a Igor Karuc (nominato vicepresidente), mentre a Giulia Pezzano è stato affidato l’incarico di segretaria dell’associazione di via Borelli 8. A sancirlo sono stati i membri dell’Assemblea della CI zaratina, riunitasi ieri in seduta costituente. La professoressa Mirta Tomas (laureata in anglistica e italianistica) insegna al Dipartimento d’Italianistica dell’Università di Zara (UNIZD, Universitas Studiorum Jadertina).
Il 17 marzo scorso l’ormai ex presidente della CI di Zara, Igor Karuc, nella sua veste di persona delegata a rappresentante il sodalizio, aveva convocato, ai sensi dell’articolo 29, comma 1 dello Statuto della CI di Zara del 10 agosto 2015, la seduta ordinaria dell’Assemblea dei soci del sodalizio. La medesima si è svolta il 15 maggio negli spazi della CI, allo scopo di consentire il rinnovo dell’Assemblea della Comunità, ossia l’elezione dei 17 membri che la compongono. In allegato all’invito a partecipare all’appuntamento elettorale di sabato scorso, ai soci della CI di Zara erano stati recapitati pure un’informazione sulle modalità e sulle tempistiche di candidatura alle elezioni per il mandato 2021-2025, i moduli da compilare nel caso avessero voluto notificare la medesima, un estratto dello Statuto del 10 agosto 2015, nonché le raccomandazioni attinenti alle disposizioni antiepidemiche. Tutti i materiali erano stati forniti ai soci sia nella versione in lingua italiana che in croato. Stando al verbale stilato dalla Commissione elettorale della CI di Zara, presieduta da Katarina Garbas, i soci del sodalizio iscritti nell’elenco elettorale erano 242. L’adesione al voto è stata del 49,7 p.c. (119 le persone che hanno votato) e dunque superiore al quorum richiesto. I candidati più votati sono stati Igor Karuc con 94 preferenze, Mario Gusar con 93 e Mirta Tomas con 86. Sono stati eletti pure Fiorella Dubravica Kotlar (78 voti), Giulia Pezzano (78), Robert Pinto (78), Šenol Selimović (78), Josip Škibola (78), Pavle Marušić (76), Simone Cappaglia (74), Matea Magaš (71), Igor Ćupahin (68), Nadia Cavenago-Morović (62), Paula Pavlaković (61), Nina Sušac (60), Jasna Števanja (59) e Slavica Blažić-Padovan (58). Non sono riusciti, invece, a essere eletti Wiliam Kotlar (38 voti), Eduardo Kotlar (37), Ettore D’Aco (37), Maršan Jukić (34), Jadranka D’Aco (33), Alida Benussi Duka (32), Domenico Duca (32), Ivan Boško Habuš (32), Jasna Duca (28), Rino Rados (27), Neda Ćurković (25), Ivo Kaladjžić (23), Ana Bašić Alerić (15), Mateo Duka (10), Zdravka Dunatov (9) e Dragan Bjelogrlić (5). Al termine dello spoglio delle schede elettorali una di esse è stata giudicata nulla. Alcune settimane prima delle elezioni per il rinnovo dell’Assemblea comunitaria Karuc aveva indirizzato una lettera di ringraziamento al Console generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini, al presidente dell’Unione Italiana e al presidente della Giunta esecutiva dell’UI, rispettivamente Maurizio Tremul e Marin Corva, all’Università Popolare di Trieste (UPT), a F. Luxardo e E. Ricciardi. “In qualità di presidente uscente della Comunità degli Italiani di Zara – aveva scritto Karuc nella missiva datata 28 aprile 2021 – mi rivolgo a voi per esprimervi la mia immensa gratitudine per tutto l’impegno, l’aiuto e il sostegno che avete generosamente indirizzato non solo alla nostra Comunità, ma anche a me quale suo presidente. Il vostro supporto è stato indispensabile per poter rendere funzionante e viva la vita comunitaria nel corso del mio mandato. Tutto quello che è stato raggiunto finora non sarebbe stato possibile senza la vostra costante presenza sostenitrice, attraverso la proficua collaborazione reciproca”. “Dalla giornata di lunedì 26 aprile 2021, in cui è stata sciolta l’Assemblea della CI di Zara, siamo entrati nella fase che precede le elezioni, che saranno monitorate e guidate dalla Commissione elettorale e dal Comitato di controllo delle elezioni, nominato nel corso dell’ultima seduta dell’Assemblea”. “Pertanto – ancora Karuc –, rivolgo a tutte le Istituzioni e agli organi competenti l’invito a formare e inviare propri corpi/organi di controllo delle suddette elezioni. Date le delicate e particolari esigenze operative, la vostra collaborazione sarà essenziale al fine di affrontare e allontanare qualsiasi dubbio o mal interpretazione che potrebbero sorgere, volendo e dovendo garantire la massima trasparenza del procedimento elettorale interno della CI di Zara”. I nostri interlocutori di Zara ci hanno detto che l’UI ha inviato sabato scorso a Zara un osservatore incaricato di monitorare il processo elettorale.

Facebook Commenti