Ministro Fuchs: «Mascherine in classe via in zone sicure»

“Ci sono pressioni da parte di un gruppo di persone, soprattutto genitori, che non sono d’accordo con le misure epidemiologiche raccomandate. Alcune persone non sono d’accordo sulle mascherine in classe, quindi trovano vari argomenti per contrastarlo”, ha detto  il ministro dell’Istruzione, Radovan Fuchs, commentando alla radio fatti come quello di Sebenico, dove alcuni genitori hanno fatto irruzione a scuola e interrotto le lezioni. Ha anche detto che la decisione di indossare le mascherine in determinate situazioni è stata presa su raccomandazione dell’Oms.
“Non si può mai accontentare tutti. Partiamo da una posizione suggerita i dagli epidemiologi. Se la situazione epidemiologica in una regione o in una città è estremamente stabile, si può decidere localmente che in classe i bambini non devono indossare le mascherine”, ha detto il ministro Fuchs, aggiungendo “che è stato creato un modello flessibile in modo che tutti potessero venir coinvolti, in modo da consentire ai bambini una permanenza a scuola quanto più sicura possibile”.

Facebook Commenti