Milinović risponde: «Non mollo»

Espulsa dall'HDZ non intende lasciare l'incarico di membro del Consiglio della Città di Fiume

Le esternazioni di Ivona Milinović sono state condannate in modo bipartisan. Foto: Goran Kovacic/PIXSELL

Espulsa dall’HDZ, condannata da gran parte dell’opinione pubblica, il consigliere cittadino di Fiume, Ivona Milinović, non ha intenzione alcuna i abbandonare il seggio del Parlamentino della Città. La Milinović ha replicato alla decisione del Giurì d’onore di espellerla, con un comunicato inno alla retorica in cui dice di non aver ottenuto alcuna forma scritta della decisione. Afferma che è intenzionata a proseguire la sua azione politica promulgando valori democristiani (in cui sicuramente non figurano la conta di alberi da scegliere per l’impiccagione degli appartenenti di questa o quella minoranza) e dei valori della Nazione. In veste di consigliere cittadino s’impegnerà – dice – a denunciare corruzione e clientelismo, concludendo con un patetico e retorico, posso espellermi dall’HDZ, ma non espelleranno l’HDZ che c’è in me. Alla fine del comunicato cita il presidente Tuđman, i veterani di guerra, insomma i soliti luoghi comuni di una politica priva di contenuti veri.

Facebook Commenti