«Caso Malvasia». Miletić risponde a Vučić con un «brindisi»

Boris Miletić, attuale sindaco di Pola

“Venga in Istria se vuole imparare qualcosa in merito a vino prelibato, convivenza e tolleranza”: questo l’invito rivolto dal sindaco di Pola e presidente di Dieta democratica istriana (IDS) Boris Miletić al Presidente serbo Aleksandar Vučić dopo la sua dichiarazione sulla malvasia definita “un pessimo vino”.
“Brindo con un bicchiere di malvasia alla diversità e alla libertà di opinione. Signor Aleksandar Vučić, molti dei suoi concittadini, i nostri cari amici e ospiti il ​​cui cuore è in Istria non la pensano come lei… e citando il il cantautore recentemente scomparso Ðorđe Balašević, per il quale chi ha l’Istria nel cuore ha tutto il mondo nel cuore, salute!” ha detto Miletić tramite il suo profilo Facebook. “Auguro alla Serbia di poter sviluppare importanti etichette di vino. L’Istria sarà sempre pronta a darle una mano e trasmetterle il proprio sapere e le proprie esperienze in questo campo”, ha concluso Miletić.
Il noto enologo istriano Nikola Benvenuti, nonché a capo di Vinistra, ha commentato le parole del Presidente serbo Aleksandar Vučić sulla malvasia istriana. “Vorrei invitare il signor Aleksandar Vučić in Istria e fargli assaggiare la malvasia istriana, un vino di punta che vince non solo medaglie nazionali ma anche mondiali ed è molto richiesto. Non entrerei nei gusti del signor Vučić, ma anche nel fatto che dei gusti non si discute e non so perché lo abbia detto”, ha concluso Benvenuti, aggiungendo che proprio dalla Serbia provengono i migliori clienti circa la malvasia.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.