Milanović-Plenković: 4 ore d’incontro dai toni amichevoli

Il premier Andrej Plenković

Alla fine tutti d’accordo. La riunione del Consiglio per la sicurezza nazionale, a detta del premier Andrej Plenković, è filata liscia come l’olio. Niente toni accesi, nonostante i veementi scontri dialettici delle scorse settimane tra il Capo dello Stato e il primo ministro. Tutti d’accordo sulle questioni che contano, a cominciare dalla politica estera, ovvero dal tema della posizione dei croati nei Paesi vicini. Sui rapporti con la Bosnia ed Erzegovina pure piena sintonia in merito alla necessità di continuare a impegnarsi per i diritti dei croati quali popolo costitutivo. “Questo non è un tipo di riunioni in cui si litiga, abbiamo esaminato tutti i punti all’ordine del giorno e alla fine ci siamo accordati”, ha evidenziato il premier. Niente strette di mano e finestre aperte, in ossequio alle misure antiepidemiche. Tutti rigorosamente con la mascherina per evitare contagi e dare, perché no, il buon esempio.

Facebook Commenti