Meteo. Si va verso un periodo di bel tempo

0
Meteo. Si va verso un periodo  di bel tempo
Turisti visitano l'Arena di Pola

Ci vorrebbe una primavera al sapore di primavera. Anche un po’ inoltrata, se vogliamo. Quest’anno aprile si è dimostrato ancora più pazzerello di marzo. La giacca un po’ pesante che a metà mattina sembra un errore avere indossato, verso sera è la giusta difesa dall’aria abbastanza frizzantina. E meno male che giorni fa si è deciso di piovere, altrimenti per l’agricoltura sarebbero stati guai. Non che una bella innaffiatura celeste non troverebbe l’approvazione degli ortolani e degli agricoltori… Ormai la terra fa presto ad asciugarsi e la lunga sete ha fatto sì che, seppure copiosa, la pioggia svanisse in un momento. Non è una questione puramente campagnola, quella della pioggia. Campagnola intesa come ambiente geografico, ben s’intende. Soffrono la siccità, in prima battuta gli stand ai Mercati e, in seconda battuta i portafogli di chi acquista.
Sì, è un bel rincorrersi di cicloni e anticicloni, di bassa e di alta pressione, situazione che mette in croce i meteoropatici, che lamentano tutta una serie di disturbi da tempo incerto. Per i prossimi tre giorni, almeno da questo punto di vista dovrebbe andare bene. Le previsioni biometeorologiche sono favorevoli fino alla fine del mese. La sensazione termica è racchiusa in una fascia tra il fresco e il gradevole, fatta eccezione la… caduta nella fascia fredda nelle prime ore di giovedì. Ma sono momenti in cui siamo ancora a letto.
Parlando di numeri, le massime dovrebbero raggiungere punte di 18 gradi. L’umidità sarà elevata, anche all’87 p.c. E la pressione (atmosferica) tornerà ad essere alta. Pioggia? Bisognerà aspettare. Il fatto è che ciascuno cerca quello che più gli serve: chi lavora la campagna vorrebbe pioggia, chi ama le passeggiate gradirebbe tempo asciutto e sole, c’è chi non vede l’ora di togliere la giacca, c’è chi già gira in maniche corte. Chi calza ancora stivali e chi fa il bagno in mare. Aprile pazzerello.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display