Meteo. Ma siamo già in primavera?

Sulle spiagge sono comparsi i primi bagnanti, come quest'uomo a Cantrida (Fiume). Foto Goran Žiković

Calendario alla mano, mancano due settimane e mezzo alla primavera meteorologica e oltre un mese a quella astronomica, ma la nuova stagione sta già bussando alla porta. E anche con una certa insistenza. I raggi solari si fanno sempre più gradevoli e alcune piante iniziano già a fiorire. Insomma, anche la natura si sta risvegliando dal torpore invernale per iniziare un nuovo ciclo di vita. Il bellissimo sole che ci sta accompagnando in questa settimana è un richiamo irresistibile per uscire e trascorrere qualche ora all’aperto, impegni permettendo, naturalmente. Uno dei must sono le passeggiate in riva al mare. C’è chi preferisce farlo in compagnia, anche di amici a quattro zampe, chi distendersi sulla battigia leggendo un libro e chi invece è pronto per una prima tintarella. E poi ci sono quelli irriducibili che non ci mettono molto a levare giubbotti e maglioni per indossare il costume e fare un bagno fuori stagione decisamente rinfrescante. Ognuno, in fin dei conti, si gode la giornata a modo suo. Scene che ci accompagneranno anche nelle giornate a seguire.
Dando infatti uno sguardo alle previsioni, questa configurazione meteorologica si manterrà stabile almeno fino all’inizio della prossima settimana, grazie in particolare all’alta pressione che è tornata a fare la voce grossa, tenendo a debita distanza le umide infiltrazioni atlantiche. Tuttavia, una rapida perturbazione potrebbe riuscire a far breccia, minando la stabilità atmosferica tra oggi e domani. Ma la cosa positiva è che sarà fugace, e per di più il suo passaggio è previsto nel corso della notte, per cui non darà alcun fastidio. Poi l’area anticiclonica tornerà a irrobustirsi regalandoci un weekend nuovamente stabile e soleggiato. L’ideale per una scampagnata in natura, dove liberare la mente e ricaricare le batterie in vista della nuova settimana.
Ad ogni modo, noi non ce la sentiamo ancora di congedarci con l’inverno e di dare il benvenuto alla primavera. La stagione attuale sa essere subdola e colpire quando meno te l’aspetti con gelide sfuriate. Difficilmente tornerà a farci visita il famigerato Burian siberiano, ma qualche spiacevole sorpresa potrebbe tenerla in serbo per un ultimo colpo di coda. Meglio però non pensarci e piuttosto godiamoci questo magnifico scorcio primaverile.

Facebook Commenti