Meteo. A Fiume non piove da tre settimane

«Ma era già accaduto in passato», assicura la meteorologa Josipa Kuzmić

Uno spettacolare tramonto a Fiume. Foto Nel Pavletic/PIXSELL

Che ci crediate o no, a Fiume non piove da 19 giorni! Ebbene sì, perché le ultime precipitazioni ad aver bagnato il capoluogo quarnerino sono cadute il 23 dicembre scorso. Un contesto decisamente insolito se pensiamo che dalle nostre parti la pioggia è una costante, oltre al fatto di trovarci in un periodo dell’anno non di certo noto per la sua stabilità. Eppure, sono praticamente tre settimane che questa non si fa vedere. Di contro, c’è invece un bellissimo sole che accompagna le nostre giornate, regalandoci un tempo dal sapore quasi primaverile, a parte la sera e la mattina quando fa decisamente più freddo, giusto per ricordarci che siamo in pieno inverno. Il merito (o la colpa?) è da imputare alla presenza di un robusto anticiclone delle Azzorre che sosta sul bacino del Mediterraneo, tenendo a debita distanza perturbazioni e le instabili correnti atlantiche.
“A Fiume il gennaio più secco da quando vengono effettuate le rilevazioni (1946, nda) è stato quello del 1989 con soli 0,5 litri di pioggia per metro quadrato, seguito dal 1964 con 0,8 litri – rivela Josipa Kuzmić del Centro meteorologico fiumano –. Viceversa, il gennaio più piovoso è risultato quello del 1979 con 448, mentre la media è di 134,6 litri. Insomma, la quantità di precipitazioni può variare davvero tanto perciò l’attuale quadro meteorologico è sì insolito, ma fino a un certo punto”.
Alla fine del mese mancano esattamente 20 giorni e la possibilità di chiuderlo a quota zero alla voce precipitazioni è molto remota. Tuttavia, all’orizzonte non ci sono minacce e allora ecco che i pluviometri potrebbero rimanere all’asciutto ancora per un po’.
Massime sopra la media
Oltre alla pioggia, l’altra grande assente è la neve. E francamente fa un certo effetto leggere i bollettini che dappertutto segnano un desolante 0, nonché vedere il Gorski kotar “spogliato” del suo candido abito bianco in pieno inverno. Se le precipitazioni sono sotto la media, lo stesso non si può dire delle temperature. “La media delle massime nella prima metà di gennaio oscilla tra gli 8,5 e i 9,5 gradi, mentre negli ultimi giorni queste vanno dai 12 ai 15 gradi, quindi siamo abbondantemente sopra la media. Il discorso cambia invece nel caso delle minime, la cui media è compresa tra i 2,5 e i 3,5 gradi, valori che più o meno stiamo registrando in questi giorni”.

Facebook Commenti