Mattarella: «Vaccinarsi è un dovere. 2021, anno della ripresa» (video)

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso del messaggio di fine anno. Foto: quirinale.it

L'”angoscia e la speranza” con le quali si chiude il 2020 e si apre il 2021, un anno che dovrà essere quello della “sconfitta del virus e il primo della ripresa”. E’ il sunto del discorso del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, agli italiani per la fine dell’anno. “Per fare questo – ricorda il Presidente – vaccinarsi è una scelta di dovere e responsabilità. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza”.
“Abbiamo avuto la capacità di reagire. La società ha dovuto rallentare ma non si è fermata. Non siamo in balìa degli eventi. Ora dobbiamo preparare il futuro”, ha proseguito il Capo dello Stato. “L’Unione europea – ha evidenziato Mattarella – è stata capace di compiere un balzo in avanti. Ha prevalso l’Europa dei valori comuni e dei cittadini. L’Italia è stata protagonista in questo cambiamento”.
“Quello che inizia – ha detto Mattarella – sarà il mio ultimo anno come Presidente della Repubblica. Coinciderà con il primo anno da dedicare alla ripresa della vita economica e sociale del Paese. La ripartenza sarà al centro di quest’ultimo tratto del mio mandato. Sarà un anno di lavoro intenso. Abbiamo le risorse per farcela”, ha chiosato il Presidente della Repubblica.

Facebook Commenti