Mattarella-Pahor incontro che guarda al futuro

Sergio Mattarella e Borut Pahor. Foto: rtvslo.si

Una visita all’insegna dello spirito di riconciliazione e di una nuova collaborazione quella che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, farà domani lunedì, 13 luglio a Trieste insieme al Presidente sloveno, Borut Pahor. Una visita in cui ci sarà la restituzione del Narodni dom (Casa del popolo) l’edificio della comunità slovena dato alle fiamme dai fascisti cento anni fa, e che sarà anche l’occasione per rendere omaggio al monumento nazionale della Foiba di Basovizza.
Lo “storico” evento viene salutato con soddisfazione dalle Associazioni degli esuli, che hanno parlato di “reciproco riconoscimento delle sofferenze che hanno colpito le terre dell’Adriatico orientale nella prima metà del secolo scorso”.
Una visita all’insegna di uno spirito vero di riconciliazione per il Quirinale e con l’obiettivo di non dimenticare le proprie sofferenze ma di collocarle in una prospettiva nuova, che quella della collaborazione tra due Stati democratici che rifiutano il totalitarismo e che vivono nella difesa della democrazia e dei valori occidentali, un cammino nuovo, insomma, all’interno della costruzione europea.
Il programma dell’incontro prevede l’arrivo di Mattarella alle 10,50 alla caserma di villa Opicina, dove riceverà alle 11 il Presidente Pahor, verranno suonati gli inni nazionali e poi gli onori militari quindi il corteo italiano e sloveno di questa importante giornata, si sposterà alla Foiba di Basovizza, dove ci sarà la deposizione congiunta di una corona. Poi alle 12 i due Capi di Stato si recheranno al monumento ai caduti sloveni.
Altro momento significativo sarà il conferimento da parte di entrambi i Presidenti, presso il palazzo della Prefettura di Trieste, della più alta onorificenza allo scrittore Boris Pahor, (italiano di lingua slovena che fu bandito dalla Jugoslavia), quindi la firma del protocollo di intesa sulla restituzione alla minoranza linguistica slovena dell’edificio del Naridni dom.

Facebook Commenti