Mascherine e misurazione febbre: la Slovenia corre ai ripari. Oggi 104 nuovi casi

In Slovenia oggi si registrano 104 nuove infezioni da Covid-19 su 3.070 test effettuati. Purtroppo un paziente è morto, sicché il totale raggiunge i 136 decessi. Per la prima volta nel Paese il numero dei casi supera quota mille (1.026) e il numero totale d’infezioni confermate ha superato quota 4.000. Attualmente negli istituti ospedalieri sono in cura 62 persone, 11 delle quali si trovano in unità di terapia intensiva.
Nella riunione odierna, il governo ha varato ulteriori misure per arginare la nuova ondata di  epidemia da coronavirus. Una decisione sull’orario di bar, pub e locali simili entrerà in vigore la prossima settimana: la chiusura dovrebbe essere anticipata alle 22, ha twittato il portavoce del governo, Jelko Kacin. Dalla fine di questa settimana, inoltre, sarà anche obbligatorio indossare mascherine negli spazi pubblici aperti, dove si riuniscono molte persone, come mercati e grandi magazzini. Ci sono anche cambiamenti nell’uso delle mascherine negli spazi pubblici chiusi. Questo sarà obbligatorio per gli studenti dal grado 7 in poi, alunni e studenti. Anche educatori, maestre d’asilo e gli insegnanti di tutti i livelli dovranno indossare i dispositivi di protezione. Tuttavia, il governo ha anche deciso che all’ingresso degli spazi lavorativi, andrà misurata la temperatura corporea di dipendenti e visitatori. Chiunque abbia la febbre sarà costretto a un congedo per malattia.

Facebook Commenti