Lubiana. Migrante esce dal carcere e stupra due studentesse

Alcuni migranti controllati dalla polizia slovena. Foto Igor Kralj/PIXSELL

Esce dal carcere e stupra due ragazze. È successo a Lubiana lo scorso mese di ottobre e l’autore è un migrante marocchino. La notizia è stata resa pubblica oggi dai media sloveni, che specificano che l’uomo ha compiuto i due orribili atti dopo aver lasciato il penitenziario in cui era rinchiuso per il periodo di due anni per aver compiuto una rapina.
Le vittime del 38.enne marocchino sono due studentesse: la prima è stata abusata nel suo appartamento dopo che aveva bevuto assieme all’aggressore. La seconda, invece, è stata assalita nel Centro culturale Metelkova di Lubiana, dove ha subito violenza sessuale dopo che l’energumeno l’ha minacciata con un coltello.
Secondo i media sloveni, il marocchino ha chiesto anche asilo in Slovenia, che gli è stato sempre respinto. Dopo la rapina e la condanna, non era stato espulso e perciò dopo la scarcerazione ha continuato a vagare per il territorio sloveno, finché non è stato arrestato dalla polizia per gli abusi sessuali commessi nei confronti delle due ragazze.

Facebook Commenti