L’ok di Milanović al green pass al Pantovčak

Il Presidente della Repubblica, Zoran Milanović. Foto Edina Zuko/PIXSELL

Aveva addirittura detto che avrebbe chiesto l’intervento dei militari se qualcuno avesse osato richiedere l’esibizione del green pass. Invece, ora è tornato a più miti consigli e da qualche giorno al Pantovčak (la residenza del Capo dello Stato a Zagabria) il certificato Covid è diventato un documento da mostrare all’ingresso. Stiamo parlando del Presidente della Repubblica, Zoran Milanović. La notizia è stata conferma dal portavoce dell’ufficio di presidenza Nikola Jelić, al quotidiano fiumano Novi list.
I parlamentari hanno votato il 15 dicembre scorso la legge in base alla quale i leader degli organi pubblici possono essere multati da 30 a 50mila kune (4mila-6.600 euro) se all’ingresso degli edifici pubblici e statali non sarà richiesto il green pass. Il Presidente ha firmato questo documento il 21 dicembre, che è entrato in vigore tre giorni dopo. Ricorderemo che Milanović si è sempre detto contrario all’uso della mascherina e del certificato Covid. Dall’altro canto il Capo dello Stato non è un no vax, anzi recentemente si è fatto inoculare anche la terza dose (booster) del vaccino antiCovid. Nel suo discorso di fine anno, ha invitato tutti i cittadini a sottoporsi a immunizzazione.

 

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.