L’Istria e Fiume corrono in soccorso di Petrinja

I tifosi fiumani dell'Armada sono partiti stasera alla volta di Petrinja con gli aiuti umanitari raccolti nel pomeriggio

L’Istria ha offerto aiuto alla Croazia centrale colpita dal terremoto, in particolare alla città di Petrinja e agli altri luoghi dove i danni sono maggiori, e purtroppo ci sono anche vittime umane. La Croce Rossa di Parenzo ha messo a disposizione tutte le sue risorse e si stanno formando team ed équipe per potenziali interventi sul luogo dell’accaduto, in caso di necessità, afferma il direttore della Croce Rossa, Vesna Janko Finderle. “Ho già parlato col sindaco di Petrinja e gli ho offerto sostegno e appoggio a nome di tutta Parenzo, offrendo il nostro aiuto. “I Vigili del fuoco istriani sono già partiti per Petrinja e Sisak, compresi i nostri pompieri di Parenzo e i volontari del dipartimento di Visignano, compresi cani da ricerca, ha detto il sindaco di Parenzo, Loris Peršurić. Intanto, la Città di Pola ha deciso di “colorare” tutti i suoi monumenti più importanti di bianco e rosso, i colori della città di Petrinja.

Nel video Facebook/Regional Express, un camion organizzato dai Demoni, tifosi dell’Istra calcio, è partito stasera da Pola per raggiungere Petrinja

Anche Fiume e tutta la Regione litoraneo-montana si sono messi a disposizione delle autorità competenti per correre in soccorso delle popolazioni colpita dal terremoto. I tifosi dell’Armada hanno organizzato anche una raccolta di coperte, vestiario, cibi e bevande. Davanti al loro abituale ritrovo nel rione di Brajda si è formata una lunga code di cittadini, che si sono riversati con gli aiuti, che i tifosi hanno caricato su alcuni furgoni per poi partire alla volta delle zone colpite dal sisma.

Bottiglie d’acqua nel club dell’Armada, pronte per essere consegnate nelle zone colpite dal sisma

Facebook Commenti