L’Istituto Ruđer Bošković sfida gli 007

Sviluppata una rete di comunicazione impossibile da intercettare

Martin Lončarić i dio znanstvenog tima QNET-a- Foto: irb.hr

L’Istituto Ruđer Bošković (IRB) di Zagabria dà del filo da torcere agli 007 di tutto il mondo. I fisici quantistici del principale centro di ricerche croato, hanno sviluppato, con la collaborazione dei colleghi dell’Università di Bristol (Regno Unito) e dell’Istituto dell’Accademica austriaca delle scienze una rete di comunicazione quantistica impossibile da intercettare. Questa scoperta consente di compiere un importante passo avanti verso la creazione di una rete di comunicazione assolutamente sicura e inviolabile. I risultati del loro lavoro sono stati pubblicati sulla rivista Science Advances. “I ricercatori croati hanno contribuito al progetto inventando, progettando e realizzando un ricettore ottico”, ha spiegato uno degli autori del progetto, Martin Lončarić (Istituto per la fisica sperimentale dell’IRB). Il team croato del progetto include anche Mario Stipčević (responsabile del Centro scientifico d’eccellenza per i materiali avanzati e i sensori dell’IRB) e Željko Samec, che nel loro lavoro si sono avvalsi dell’officina dell’Istituto per la fisica chimica dell’IRB.

Facebook Commenti