Guida Michelin. Il Draga di Lovrana si conferma stellare

Villa Ariston ad Abbazia

Thierry Guillon-Verne, presidente del board della METRO Cash & Carry Hrvatska e Marinko Blečić, direttore del centro METRO di Fiume, hanno consegnato il riconoscimento “raccomandazioni Michelin” ai ristoranti Hotel Navis e Villa Ariston di Abbazia (Opatija), mentre al Draga di Lovrana di Laurana (Lovran) e al Boškinac di Novalja, sull’isola di Pago (Pag) sono state confermate anche nel 2020 le “stelle” Michelin conquistate l’anno precedente. Va segnalato che nella Guida Michelin per il 2020 si trovano ben 70 ristoranti di tutti le zone della Croazia (clicca qui per l’elenco completo). In Croazia le “stelle” brillano anche per il Monte di Rovigno (Rovinj), il LD Terrace sull’isola di Curzola (Korčula), il Pelegrini di Sebenico (Šibenik), il 360˚ di Ragusa (Dubrovnik) e per il Noel di Zagabria.
“In questo periodo di emergenza e di nuove sfide, le raccomandazioni e le ‘stelle’ Michelin possono rappresentare un importante trampolino di lancio nel tentativo di ripartire dopo l’epidemia”, ha dichiarato nell’occasione Thierry Guillon-Verne.

 

La primissima regola è il fondamento base per entrare nella guida Michelin è scegliere il meglio del meglio dei prodotti sul mercato per i piatti in carta. Il che non significa dover puntare per forza sul lusso (caviale o tartufi a tutti i costi), ma selezionare ciò che è meglio per il menu che si vuole costruire, in base alla propria idea di cucina. Il direttore internazionale Michael Ellis, ci tiene particolarmente a sbufalare la convinzione degli alimenti da nababbi: “Ho visto ristoranti tre ‘stelle’ usare barbabietole e trota affumicata in menù. Rendere sublimi le cose semplici significa ottenere la nostra attenzione”, ha spiegato.
Una volta selezionati gli ingredienti, lo step successivo per provare a conquistare una ‘stella’ Michelin sono le tecniche di cucina. E dalla bravura non si scappa: gli inglesi lo chiamano “mastering” e rende bene l’idea. Ogni alimento scelto in menù deve essere cucinato nel migliore dei modi, per tirare fuori il sapore assoluto che si vuole trasmettere al cliente.

Facebook Commenti