L’Assemblea dell’UI si riunisce giovedì a Umago

Foto Goran Žiković

L’Assemblea dell’Unione Italiana si riunirà giovedì 9 settembre a Umago. Il massimo organo deliberativo della Comunità Nazionale Italiana dovrà discutere di tre temi molto importanti. Un’agenda ristretta, dunque, ma del massimo rilievo per la Comunità Nazionale Italiana. Il primo punto dell’ordine del giorno proposto dal presidente dell’Assemblea, Paolo Demarin, è relativo all’assegnazione dei premi, riconoscimenti e onorificenze dell’Unione Italiana per l’anno 2021, che verranno assegnati nel corso dell’Assemblea solenne che si svolgerà a Pola entro la fine di settembre nell’ambito delle celebrazioni per il 30.esimo anniversario della fondazione dell’Unione Italiana. Al secondo punto dell’ordine del giorno si parlerà del Dibattito sulla riforma statutaria dell’Unione Italiana, un argomento molto sentito da alcuni connazionali. Il tema è già stato affrontato in varie sedi, ma l’Assemblea non ha ancora fatto in tempo ad affrontarlo, salvo durante i minuti finali della scorsa sessione, durante la quale hanno però hanno parlato soltanto un paio di consiglieri.
Il terzo tema della serata, quello più importante nell’immediato, sarà il Censimento 2021 della popolazione in Croazia. Un rilevamento il cui risultato non è affatto ininfluente, in quanto a seconda dei dati potrebbe influire positivamente o negativamente sulla posizione della minoranza nazionale italiana sul territorio. Non per niente l’Unione Italiana ha deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione in grande stile dei connazionali per spiegare l’importanza di dichiararsi italiani al Censimento della popolazione.
La seduta dell’Assemblea dell’Unione Italiana si svolgerà al Teatro cittadino Antonio Coslovich di Umago, dove verranno attuate tutte le misure antiepidemiche previste dalle vigenti normative per impedire la diffusione del contagio e tenere la riunione in sicurezza.

Facebook Commenti