L’arrivo dei turisti britannici preoccupa la Croazia

Alcuni giovani turisti a Zrće, sull'isola di Pago, destinazione preferita dai vacanzieri di Sua Maestà

Dopo l’annuncio della totale riapertura nel regno Unito e della ripresa dei voli verso la Croazia, si teme che i turisti britannici possano causare numerosi focolai nelle località di villeggiatura. Perciò, la task force nazionale ha deciso di “creare le condizioni per permette l’ingresso in Croazia soltanto di quei vacanzieri che possono confermare di essere sani”, ha dichirato Damir Trut, direttore della Protezione civile. “Per tutti gli altri che risulteranno positivi, saranno messi in isolamento o dovranno essere rimpatriati. I criteri che valgono ai confini nazionali devono essere rispettati da tutti, britannici compresi”, ha concluso Trut.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.