L’antibiotico croato Sumamed efficace contro il Covid-19?

Alemka Markotić, membro della task force nazionale per la lotta al coronavirus. Foto PIXSELL

Negli ultimi giorni vari media hanno pubblicato la notizia relativa all’azitromicina, l’antibiotico della compagnia farmaceutica Pliva meglio noto con il nome di Sumamed, che sarebbe efficace nella terapia contro il coronavirus. Alemka Markotić, direttrice della Clinica per le malattie infettive „Fran Mihaljević“ di Zagabria ha commentato tale informazione. “Il Sumamed è un ottimo medicinale, si tratta di un’invenzione croata. Agisce sui batteri e sul sistema immunitario. In determinati casi può anche calmare le infiammazioni. Non si tratta dell’unico medicinale del genere e si deve ponderare attentamente se impiegarlo nella cura contro il Covid-19″, ha detto la Markotić.”Finora non è stato constatato se il virus provochi subito una forte infiammazione oppure sopprima il sistema immunitario per poi dare vita ad un’infiammazione. Solo quando si avrà constatato con esattezza questo importante dettaglio potremo sapere quali medicinali usare e se i farmaci come il Sumamed possono essere efficaci”, ha spiegato la Markotić.
A parlare dell’antibiotico Sumamed, che preso assieme ad un farmaco per combattere la malaria sembrerebbe essere efficace nella cura dei pazienti affetti dal Covid-19, è stato pure il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump sui suoi profili Twitter e Facebook. Questo è stato il suo post: „Il farmaco a base del principio attivo idrossiclorochina (appartenente alla categoria degli Antimalarici) e l’azitromicina, se presi congiuntamente, possono svolgere un ruolo molto importante nella storia della medicina. La FDA (l’Agenzia per gli alimenti e i medicinali) ha spostato le montagne. Grazie! Spero che questi due farmaci vengano usati congiuntamente al più presto possibile. Le persone muoiono, bisogna agire velocemente e che Dio vi benedica tutti!“

Facebook Commenti