La terra continua a tremare in Croazia e Slovenia

Una casa distrutta a Glina dal sisma del 29 dicembre 2020

Si sta avvicinando il primo anniversario del terribile terremoto che ha colpito la Croazia centrale. Il 29 dicembre del 2020 una scossa di 6.2 ha distrutto le città di Petrinja e Glina, causando anche 7 morti. A un anno di distanza la terra continua a tremare nella regione della Banovina, come dimostra la scossa di questa mattina alle 6.28, con epicentro proprio vicino a Glina e magnitudo 3.1.
Ma i terremoti non risparmiano nemmeno la Slovenia: pochi minuti prima, alle 6.03, un sisma di magnitudo 2.5 ha svegliato di abitanti di Postumia (Postojna), a 50 chilometri a nord-est di Trieste a 70 km a nord di Fiume.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.