Lubiana inasprisce le misure ai confini

Il valico di confine croato-sloveno di Pasjak, alle spalle di Fiume

Dato che la pandemia non accenna ad arrestarsi in Slovenia, il ministro della Salute Janez Poklukar ha confermato che il governo, riunitosi mercoledì sera, ha deciso di inasprire il regime di controllo ai confini. Da oggi, infatti, si potrà entrare nel Paese soltanto se si sarà in possesso di un test PCR negativo (un test antigenico veloce non verrà preso in considerazione), fatta eccezione per i transfrontalieri.
Per quanto riguarda i vaccini, ad oggi la Slovenia ha ottenuto circa 350mila dosi dei vaccini antiCovid. In aprile dovrebbero arrivare altre 347mila dosi e tra queste vi dovrebbero essere le prime quantità del siero Johnson&Johnson.

Facebook Commenti