La risposta della Regione a Marko Boras Mandić

Zlatko Komadina e il suo vice Marko Boras Mandić. Foto Željko Jerneić

In risposta alle dichiarazioni rese nell’intervista esclusiva al vicepresidente della Regione litoraneo-montana ed ex comandante della Task force regionale anti-Covid, Marko Boras Mandić, l’ente regionale di via Adamić ha inoltrato il seguente comunicato. “Il Comando della Protezione civile viene istituito in conformità con la Legge sul sistema di funzionamento dell’organismo di riferimento. Il Comando, come pure il suo responsabile, vengono nominati dal presidente della Regione, il quale è chiamato a rispondere del funzionamento del sistema. Fermo restando che l’ex responsabile della Protezione civile ha fatto un ottimo lavoro e che vanno a lui tutti i meriti per quanto è riuscito a realizzare finora nella lotta contro l’epidemia di Covid, si è reso comunque necessario rivedere le file della Task force, puntando esclusivamente sulle competenze nei singoli campi. Considerata la situazione epidemiologica e l’importanza di un approccio sistematico volto alla tutela della salute dei cittadini, è stato posto l’accento sui profili sanitari. Motivo per cui sono entrati a fare parte del Comando due nuovi membri: il direttore del Centro clinico-ospedaliero, prof. Alen Ružić, e il direttore della Casa di salute, prof. Vladimir Mozetič. Il nuovo presidente è Mladen Šćulac, comandante dei Vigili del fuoco regionali”, scrive nella missiva.

Facebook Commenti