Italia. Crisi di governo: Renzi ritira i ministri di Italia Viva

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi

“Abbiamo convocato la conferenza per annunciare le dimissioni dei ministri Teresa Bellanova ed Elena Bonetti e del sotosegretario Ivan Scalfarotto”. Lo annuncia Matteo Renzi, leader di Italia Viva, per il quale “la crisi è aperta da mesi, e non da noi”. “Abbiamo fatto nascere questo governo contro il senatore Salvini che chiedeva i pieni poteri. Non consentiremo a nessuno di avere i pieni poteri”, ha aggiunto.
“Noi – ha poi spiegato Renzi – non giochiamo con le istituzioni, la politica non è un reality show, non si fa con le veline ma affrontando i problemi nelle sedi politiche, nelle sedi istituzionali, in Parlamento. La Costituzione non è una storia su Instagram”. “Risolviamo i problemi che si sono aperti: questa è politica. Pensare di risolverli co un post su Facebook è populismo”, ha continuato il leader Iv, che ha aggiunto: “A dimettersi ci vuole coraggio e responsabilità. E’ molto più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi alla tenace difesa dello status quo”, ha scandito l’ex premier. E ancora: “Se le forze politiche dell’attuale maggioranza hanno voglia di affrontare i temi, lo facciano ma senza rinviare ancora. Senza continui giochi di parole, comunicati roboanti. La democrazia ha delle forme e se non vengono rispettate allora qualcuno deve avere il coraggio di dire che il re è nudo”. Renzi ribadisce quindi la “fiducia incrollabile nel presidente della Repubblica, nella sua persona e nel suo ruolo di arbitro”, riporta l’agenzia Adnkronos.
Rispondendo alle domande dei giornalisti, Renzi ha chiarito che adesso “tocca a Conte trovare lo sbocco alla crisi”, ma che il suo partito “è pronto anche alla stessa maggioranza. Se c’è un progetto per un programma di fine legislatura, noi ci siamo. Non credo al voto, ci sono le condizioni per andare avanti”.

Facebook Commenti