Istria. Kozlevac: «No al passaporto vaccinale. Sarebbe una discriminazione»

Una bella veduta di Parenzo. Foto: Srecko Niketic/PIXSELL

“Dico no al passaporto vaccinale per gli spostamenti delle persone. Credo che in questa situazione in cui la maggior parte dei cittadini non è ancora vaccinata, sarebbe una palese discriminazione”. Lo ha detto Dino Kozlevac, capo della task foce della regione istriana per la lotta alla pandemia. “Dobbiamo consentire a tutti di immunizzarsi e di non minacciarci a vicenda. Questa è l’unica via percorribile”.

«Stagione turistica al via per Pasqua? Non credo..»

Parlando della stagione turistica, Kozlevac nutre dei dubbi che possa iniziare per Pasqua. “Si tratta di una data troppo vicina e vediamo che la situazione epidemiologica non è delle migliori nel nostro vicinato. Ma credo che a maggio, giugno si potrebbe verificare l’arrivo dei primi turisti, a patto di mantenere la situazione epidemiologica sotto controllo, come lo stiamo facendo ora”, ha concluso il capo dell’Unità di crisi istriana.

Facebook Commenti