Istria. Allo studio misure ancora più stringenti

Il mercato di Pola è ancora aperto

Epidemia Covid-19, il punto della Protezione civile regionale. In Istria la situazione è ancora favorevole, nel senso che si contano solamente 6 casi conclamati. Tuttavia l’isolamento domestico è imposto a centinaia di persone che nella maggior parte dei casi è rispettato con coscienza e impegno.
Vi sono naturalmente delle eccezioni alla regola, e le forze dell’ordine sono scese in campo con l’evidente scopo di braccare i trasgressori. Ciò nonostante il capo della Protezione civile Dino Kozlevac ha smentito la notizia che sarebbero esattamente cinque le multe emesse sinora per mancato rispetto dell’ordine di isolamento a domicilio.
“Non sono cinque, non conosco nemmeno io il numero esatto delle pratiche in corso, posso solo dirvi che ci sono dei casi in via di accertamento e che ci saranno delle sanzioni. Vi ricordo tra l’altro che non sono cifre irrisorie. Si va dalle 8.000 alle 120.000 kune.
Kozlevac ha aggiunto che nei prossimi giorni verranno considerate misure ancora più coercitive, come la chiusura dei centri commerciali e una serie di imposizioni alle aziende di mandare in ferie (o a lavorare da casa) un numero quanto maggiore di impiegati.

Facebook Commenti