Inferno d’acqua in Istria (video)

Acqua alta ad Antenal (Cittanova). Foto istramet.hr

Un inferno d’acqua. Dopo la Dalmazia, martedì sera le piogge torrenziali e il forte scirocco si sono abbattute sull’Istria. Diverse città della costa occidentale sono risultate allagate, come pure la Ypsilon istriana nel tratto tra Canfanaro e Pola, dove in alcuni punti il livello dell’acqua ha raggiunto quasi un metro.

Video: Dusko Marusic/PIXSELL

Come spiega il sito di meteorologia Istramet, ieri sera lo scirocco ha preso il posto della bora, le cui folate in alcune zone hanno raggiunto i 156 km/h, come ad Albona. A Pola, invece, il picco massimo è stato di 128 km/h.

Nel video la riva di Rovigno

Tanto lavoro anche per i Vigili che, come ha sottolineato il comandante dei pompieri di Pola Klaudio Karlović, sono dovuti intervenire una cinquantina di volte per pompare acqua dai locali allagati, come pure per liberare le vie dagli alberi caduti. “Siamo usciti dalla caserma soprattutto a Pola, ma siamo dovuto intervenire anche a Rovigno, Umago, Parenzo e Pisino”, ha spiegato Karlović, “ma la situazione ora sta tornando alla normalità”.
Grossi problemi causati anche dall’alta marea. Mercoledì sera una parte della riva di Rovigno è finita sott’acqua, come pure l’ACI marina di Umago e una stazione di servizio ad Orsera.
Naturalmente è cresciuto anche il livello dei fiumi istriani. Così nella notte l’Arsa, vicino a Sottopedena, ha raggiunto i 348 centimetri. Fortunatamente stamattina alle 7 è sceso sotto i 3 metri. Però, è in crescita il livello del Quieto a Ponte Porton, oltre i tre metri, ma per ora non c’è il rischio di straripamenti.

Nel video il ponte di Antenal completamente sommerso dall’acqua

I meteorologi annunciano che nel corso della giornata odierna la situazione pian piano tornerà alla normalità, con le precipitazioni che concederanno una tregua a partire dal pomeriggio.

Facebook Commenti