Il Parlamento europeo sostiene l’adesione della Croazia all’eurozona

0
Il Parlamento europeo sostiene l’adesione della Croazia all’eurozona
Foto: Igor Kralj/PIXSELL

La Croazia ha compiuto un altro significativo passo verso l’adozione della moneta unica quale sua valuta ufficiale al posto della kuna. Il Parlamento europeo ha sostenuto l’adesione di Zagabria all’Eurozona con un’ampia maggioranza di voti. Dei 632 europarlamentari presenti oggi in Aula al momento del voto 539 hanno votato a favore dell’approvazione del rapporto sull’introduzione dell’euro in Croazia il 1º gennaio 2023. I contrari sono stati 45 – prevalentemente appartenenti ai Gruppi parlamentari di destra – e gli astenuti 48. A votare contro l’approvazione del documento è stato pure l’eurodeputato croato indipendente Vilibor Sinčić, ex Barriera umana (Živi zid), mentre un altro europarlamentare croato, Mislav Kolakušić, ha votato astenuto. Nel rapporto redatto dal deputato rumeno Siegfried Mureşan del Partito popolare europeo (PPE) è stato rilevato che l’adesione della Croazia all’euro è il primo significativo processo di integrazione nell’Ue dopo la Brexit. È stato stimato, inoltre, che l’introduzione dell’euro rafforzerà l’economia croata e avvantaggerà i suoi cittadini.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display