Il nonno di Mila: Sta bene, ma aspettiamo il trapianto

La piccola Mila in braccio a mamma Sanja prima della partenza per gli USA l'aprile scorso. Foto Marko Prpic/PIXSELL

“Mila sta bene, ma c’è stato un piccolo contrattempo che ha rinviato il trapianto”. Lo ha dichiarato Vladimir Rončević, padre della piccola Mila, “adottata” da tutto il Paese dopo un’azione umanitaria senza precedenti, nel corso di una conferenza stampa a Zagabria. “Mio figlio mi informa dagli Stati Uniti, dove la bimba di 2 anni è in cure per combattere la leucemia, che le condizioni di mia nipotina sono stabile, oserei dire ottime”.

L’ex anchorman della Tv croata, durante l’incontro con i suoi ex colleghi, ha annunciato l’istituzione di una Fondazione, poiché “durante l’iniziativa umanitaria di marzo e aprile scorsi abbiamo raccolto oltre i 2,37 miioni di dollari che erano necessari per il ricovero di Mila a Philadelphia”. Nella casse della Fondazione “Tutti per Mila, Mila per tutti”, infatti, sono stati versati 38 milioni di kune (oltre 5 milioni di euro), “di cui 4,7 milioni (circa 620mila euro) sono stati assegnati per le cure di altri 11 bambini”.

Facebook Commenti