Il ministro: «La bimba picchiata a morte poteva essere salvata»

Il ministro Josip Aladrović

La morte della bambina di due anni e mezzo che è stata picchiata dalla madre “poteva essere evitata”. Lo ha affermato il ministro del Lavoro, del Sistema previdenziale, della Famiglia e della Politica sociale, Josip Aladrović. Parlando stamattina, ai microfoni della Radio croata (Hrt), il ministro ha sottolineato che si tratta di un “sistema complesso” e che “non riusciremo mai a eliminare del tutto casi del genere”. Però, “faremo tutto il possibile per evitare che tragedie del genere si ripetano”.
Parlando delle ispezioni, Aladrović ha reso noto che la parte inerente al suo Ministero è stata effettuata immediatamente e “ha portato a delle destituzioni” nel Centro per la assistenza sociale di Nova Gradiška, città nell’est del Paese dove si è consumata la tragedia. “Abbiamo appurato diversi errori nel procedimento di riaffido ai genitori della povera fanciulla ed è stata stabilita la responsabilità del direttore del Centro”, ha spiegato il ministro, concludendo che entro la fine di questa settimana arriveranno anche i referti delle ispezioni della Camera croata degli assistenti sociali e della Camera croata di psicologia.

Facebook Commenti