Il ministro Butković nei guai per gli incentivi del padre

Il responsabile del dicastero del Mare, del Traffico e dell'Infrastruttura: «Non mi occupo dei suoi affari»

Oleg Butković, ministro del Mare, del Traffico e dell'Infrastruttura. Foto Matija Habljak/PIXSEL

Ormai si contano sul dito di una mano i ministri che non sono stati coinvolti da qualche tipo di scandalo. L’ultimo in ordine di tempo è quello inerente a Oleg Butković, ministro del Mare, del Traffico e dell’Infrastruttura, al cui padre sono state assegnate 110mila kune di incentivi a fondo perduto del Ministero del Turismo, nonostante avesse un debito nei confronti di una municipalizzata di Novi Vinodolski (a 30 chilometri a sud di Fiume), come scoperto dal sito index.hr.
“Non seguo l’attività di mio padre – ha dichiarato Butković ai microfono della Radio croata –. Lui si occupa di ristorazione e al bando di concorso del Ministero del Turismo il suo progetto è stato scelto tra i 453 pervenuti. Durante il procedimento ha dovuto consegnare diversi documenti che sono risultati tutti in regola”.
Il ministro (nato a Fiume nel 1979, ndr) ha sottolineato di non avere mai influenzato la commissione che ha assegnato gli incentivi e tantomeno di aver chiamato il suo collega, il ministro del Turismo, il lussignano Gari Cappelli.

Facebook Commenti