Il coronavirus torna in Istria: 2 nuovi casi

Le persone contagiate hanno contratto il Covid-19 durante un viaggio in Bosnia ed Erzegovina

Un'ambulanza .davanti all'Arco dei Sergi a Pola. Foto Dusko Marusic/PIXSELL

Il coronavirus sembrava sconfitto e l’Istria era stata proclamata zona “coronafree”. Ma ieri, mercoledì 17 giugno, nel Reparto per le malattie infettive dell’Ospedale di Pola sono state ricoverate due persone che hanno contratto il Covid-19. Si tratta di due pazienti che si sono infettati nella vicina Bosnia ed Erzegovina, dove nelle ultime settimane si registrano diversi focolai della malattia. La notizia è stata confermata dal direttore dell’Istituto regionale per la salute pubblica, Aleksandar Stojanović, il quale ha aggiunto che 7 persone sono state messe in isolamento. I due nuovi casi sono stati riscontrati dopo che una comitiva di 19 persone era rientrata dal territorio di Sanski most, nella parte nord-occidentale della Bosnia ed Erzegovina.
A causa del ritorno del coronavirus in Istria, la task force regionale della Protezione civile ha emesso un comunicato: “Invitiamo tutti i cittadini a non viaggiare nei Paesi in cui la situazione epidemiologica è peggiorata, di rispettare le misure epidemiologiche in modo da tutela la propria e la salute degli altri”. In questo senso, il Comando regionale invita tutti i servizi epidemiologici delle città istriane a rafforzare i controlli sull’attuazione delle raccomandazioni per “mantenere la buona situazione epidemiologica nella penisola”.
Era da 70 giorni che in Istria non si verificano nuovi casi di Covid-19.

Facebook Commenti