Il connazionale Erik Fabijanić espulso dal Partito socialdemocratico (Sdp)

Erik Fabijanić tra i banchi del Parlamento di Zagabria.

Il deputato connazionale Erik Fabijanić  e la parlamentare e sindaco di Viškova, Sanja Udović, sono stati espulsi dal Partito socialdemocratico (Sdp). La notizia è stata resa nota con un post su Facebook da Vojko Braut, il candidato a presidente Sdp per la Regione litoraneo-montana: “I miei compagni Sanja Udović ed Erik Fabijanić sono stato espulsi dal partito senza che fossero informati in merito. Una vergogna.”.
Continua dunque il repulisti promosso dal presidente dell’Sdp, il palese Peđa Grbin, il quale ha deciso di cacciare dal partito tutti coloro che hanno appoggiato l’ex numero uno dei socialdemocratici Davor Bernardić, che è stato pure espulso poco tempo fa. Siccome l’opposizione interna disponeva della maggioranza nel gruppo parlamentare dell’Sdp, Grbin, li ha cacciati uno a uno.
Ricorderemo che a breve la sezione litoraneo-montana del partito sceglierà il suo nuovo leader, mettendo a confronto coloro che appoggiano Grbin e quelli che cercano di destituirlo. A contendersi la poltrona saranno il già citato Vojko Braut appoggiato dall’attuale presidente della Regione Zlatko Komadina, e Ivica Lukanović, sostenuto dall’organizzazione cittadina dell’Sdp che è leale a Grbin. L’esito di questo confronto potrebbe avere ripercussioni sul futuro di tutto il Partito socialdemocratico.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.