II Lega. Frase sessista a quarto arbitro donna

Ivana Martincic in azione. Foto Damir Spehar/PIXSELL

Una settimana fa una terna tutta al femminile ha diretto in modo impeccabile la Supercoppa europea vinta dal Liverpool alla lotteria dei rigori. Nessun appunto, nessuna critica, l’incontro non ha lasciato strascichi.
Non è così sui campi della Seconda Lega croata, un torneo da Far West per le condizioni che gli attori trovano in alcuni luoghi. A Sesvete l’incontro fra il club locale e il Solin (1-1) resterà segnato dalla reazione sciovinista e sessista di un calciatore della squadra di casa Vlatko Šimunac, che avrebbe rivolto parole ingiuriose verso il quarto arbitro, Ivana Martinčić. All’uscita dal campo nel tunnel verso gli spogliatoi le avrebbe detto: “Vieni qui che ti scopiamo”. Ivana Martinčić ha messo il fatto a referto, denunciando il calciatore. Šimunac, se tutto dovesse venir confermato, sicuramente sarà punito per la frase sessista: è tutta da vedere a quale tipo di sanzione andrà incontro e quanto sarà dura. I criteri della Federcalcio spesso si sono rivelati strampalati o acccomodanti anche di fronte all’evidenza di fatti eclatanti.

Facebook Commenti