I pescherecci italiani girano liberi all’interno della Zee croata

Quattro giorni dopo che è stata proclamata la Zona economica esclusiva (Zee) e l’impegno pubblico del ministro degli Esteri croato a “proteggere meglio l’Adriatico assieme ai vicini”, i pescherecci italiani continuano a comportarsi come al solito. Il peschereccio italiano Moby Dick proveniente dalla città di di Termoli, per un’ora e mezza si è mosso indisturbatamente all’interno delle acque territoriali croate almeno per 10 miglia nautiche, tra le isole di Sant’Andrea e l’isola dei Busi (Biševo). Allo stesso tempo, c’erano almeno una decina di pescherecci italiani all’interno della Zona economica esclusiva.

Facebook Commenti