I gelati della Ledo in mano britannica

Il Gruppo Fortenova (ex Agrokor) ha ceduto le sue industrie di cibi surgelati alla Nomad Foods Limited. La multinazionale britannica verserà alla società croata circa 615 milioni di euro in assenza di cassa o debito finanziario. A tanto è stato valutato il valore della Fortenova Group’s Frozen Food Business Group (FFBG), ovvero della Ledo plus, della Ledo Čitluk e della Frikom. Stando a quanto reso noto ieri dalla società zagabrese l’operazione – che dovrà essere vagliata dalle autorità antitrust dei Paesi interessati e ottenere il nulla osta degli azionisti della Fortenova – dovrebbe essere conclusa entro il terzo trimestre di quest’anno. “Con la conclusione di questa transazione potremo soddisfare la condizione basilare per l’ottimizzazione della nostra struttura di capitale. Ciò ci metterà nelle condizioni d’investire fortemente nelle nostre attività, incentivandone la futura crescita. Sono molto riconoscente a tutte le persone in seno alla FFBG che negli ultimi sei mesi hanno lavorato sodo per rendere possibile tutto ciò. Consapevoli del fatto che i nostri cibi surgelati finiranno in buone mani, ci rallegra la collaborazione con la Nomad Foodsom nella sua veste di futuro partner d’affari importante a livello regionale”, ha dichiarato il direttore esecutivo e membro del Consiglio d’amministrazione del Gruppo Fortenova, il manager istriano Fabris Peruško. Gli ha fatto eco il direttore finanziario della Fortenova, James Pearson, il quale ha annunciato che i mezzi incamerati saranno impiegati per ridurre i debiti del Gruppo “contribuendo a costituire una società che dopo molti anni sarà finanziariamente forte e capace d’investire a pieni polmoni nelle sue attività”.
Soddisfazione per l’esito delle trattative esclusive condotte dalle due multinazionali è stata espressa pure da Noam Gottesman, cofondatore e copresidente del Consiglio d’amministrazione della Nomad Foods, e da Stéfan Descheemaeker, amministratore delegato della medesima. La Nomad Foods è tra i leader europeo nella sfera dei cibi surgelati (controlla circa il 14 p.c. del mercato dell’Europa occidentale, il doppio rispetto al suo principale concorrente) ed è presente con i suoi prodotti in 13 Paesi del Vecchio continente. I suoi mercati di riferimento, oltre a quello del Regno Unito sono l’Italia, la Francia, la Germania e la Svezia. La società ha sede a Londra, è quotata a New York e a Londra e stando ai dati riportati sul suo sito Internet ha un fatturato di circa 2,3 miliardi di dollari. Nel suo portafoglio vanta marchi del calibro di Findus, Iglo, Birds Ey…

Facebook Commenti