«Evitare la vaccinazione in Serbia con i sieri cinese e russo»

Foto Roni Brmalj

“Consiglio ai cittadini di non immunizzarsi con i sieri russo e cinese che finora non hanno ottenuto luce verde da parte dell’Ema. Gli altri approvati dall’Agenzia europea per i medicinali offrono una garanzia”, ha detto Krunoslav Capak, direttore dell’Istituto croato per la salute pubblica, commentando il fatto che molti cittadini croati hanno deciso di immunizzarsi nella vicina Serbia con i sieri che non sono stati ancora approvati a livello Ue.
Capak ha poi annunciato che il mese prossimo in Croazia arriveranno 500mila dosi del siero antiCovid. “Entro l’estate più del 50 per cento della popolazione sarà vaccinata”, ha aggiunto ancora il direttore dell’istituto predetto facendo sapere altresì che non è ancora cominciata la vaccinazione degli operatori turistici e che spetterà al Ministero del Turismo definire le priorità.

Facebook Commenti