I connazionali di Zagabria alla scoperta della Dalmazia

Visitata la CI di Zara. Tappa a Sebenico e al Parco nazionale della Krka

I connazionali zagabresi dinnanzi alla chiesa di San Donato

Una comitiva di connazionali iscritti alla Comunità degli Italiani di Zagabria ha trascorso un allegro fine settimana in Dalmazia. Dal 18 al 19 maggio scorsi, oltre quaranta attivisti della CI della capitale croata hanno visitato Zara, Sebenico e Skradin (Scardona), ed esplorato il Parco nazionale della Krka. Sabato, al loro arrivo a Zara, i connazionali zagabresi sono stati ricevuti alla locale Comunità degli Italiani. Nel corso dell’incontro la presidente della CI di Zagabria, Daniela Dapas, ha consegnato alla sua omologa zaratina, Rina Villani, alcune copie del libro bilingue (italiano/croato) “Gli italiani a Zagabria” dell’autore Filip Škiljan.
Nel proseguo della giornata i connazionali zagabresi hanno visitato il centro storico e le principali attrazioni zaratine (Callelarga, i Cinque pozzi, la Cattedrale di Sant’Anastasia, la chiesa di San Donato, l’Organo marino, il Saluto al sole…). In serata la comitiva ha raggiunto Sebenico in tempo per ammirare i monumenti del nucleo storico. L’indomani la comitiva ha esplorato il Parco nazionale della Krka, dove oltre alle suggestive cascate scolpite nel travertino hanno potuto ammirare anche i resti della prima centrale elettrica costruita in Europa, il monastero francescano sull’isolotto di Visovac, e vari siti archeologici, inclusa l’area di Burnum nella quale di recente sono stati scoperti i resti di un Anfiteatro romano.

Rina Villani e Daniela Dapas

Prima di ripartire alla volta di Zagabria, i connazionali zagabresi hanno fatto tapa a Skradin. Nella pittoresca località dalmata i soci della CI di Zagabria hanno fatto tappa in una taverna, celebre per essere frequentata dal miliardario statunitense Bill Gates (Microsoft), uno degli uomini più ricchi al mondo.
La CI di Zagabria abitualmente organizza due escursioni all’anno. Una in Croazia e l’altra in Italia. Quest’anno il sodalizio zagabrese pianifica di organizzare dopo l’estate un viaggio a Torino. Per poter partecipare a queste iniziative i soci del sodalizio sono tenuti a versare regolarmente la quota annuale d’iscrizione alla CI.

Facebook Commenti