Galeb e Benčić, è ancora tutto un’incognita

Il Consiglio cittadino torna a discutere del prestito. Un gruppo di cittadini protesta contro l’indebitamento proposto dal sindaco davanti al Municipio. Il fotoreportage della Voce.

Prima la proroga del bando pubblico che ha fatto slittare al prossimo 13 agosto l’apertura delle buste, ora è saltato anche il voto sulla proposta della Città riguardo l’indebitamento per 44 milioni di kune destinato, appunto, al restauro dell’ex yacht di Tito, e al completamento dei lavori di ricostruzione del complesso Benčić. La decisione presa dal Consiglio cittadino è stata approvata con 21 voti a favore, i 18 consiglieri della coalizione guidata dall’SDP, più Peranić (MOST) e Danko Švorinić e Predrag Miletić della Lista per Fiume mentre 15 sono stati i voti contrari.

La seduta del Consiglio cittadino è stata preceduta da una manifestazione di protesta organizzata da uno gruppo di cittadini che si sono dati appuntamento davanti al Palazzo municipale, e al quale si sono aggregati anche alcuni consiglieri all’opposizione, per manifestare la loro contrarietà al prestito.

Facebook Commenti