Fiume: zero casi. «Il Quarnero è l’area croata più sicura»

Matko Škalamera e Marko Boras Mandić della task force della Regione litoraneo-montana. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

Ottime notizie arrivano dalla Regione litoraneo-montana, dove oggi giovedì 23 luglio, non ci sono nuovi casi di coronavirus. La task force regionale rende noto che i casi attivi rimangono fermi 35, mnetre dall’inizio dell’epidemia sono 110 le persone che hanno sconfitto il Covid-19.
“Sono passati 150 giorni dalla comparsa del coronavirus in Croazia. In questo contesto voglio sottolineare che il Quarnero registra la migliore situazione epidemiologica. Siamo al top per quanto concerne le regioni adriatiche e oltre il doppio rispetto ai numeri nazionali, ossia abbiamo 47 contagiati su 100mila abitanti”.  Lo scrive Marko Boras Mandić sul proprio profilo Facebook. Il responsabile dell’Unità di crisi della Protezione civile della Regione litoraneo-montana ha aggiunto altri numeri: “Giusto per far capire quanto il Quarnero stia registrano ottimi risultati nella lotta al coronavirus, basti dire che nella Lika ci sono 54 contagiati su 100mila abitanti, l’Istria ne conta 102, la regione di Spalato e della Dalmazia 162, mentre a livello nazionale ci sono 110 persone che hanno contratto il Covid su 100mila bitanti”. Boras Mandić ha concluso ribadendo che dietro a questi numeri “si nasconde una enorme mole di lavoro e senza il quale non sarebbe possibile contare circa 150mila turisti che attualmente soggiornano nella nostra Regione”.

Facebook Commenti