Fiume. Operativo un centro di quarantena per turisti

La struttura, allestita congiuntamente dalla municipalità e dalla Task force cittadina, accoglierà gli ospiti che presentano una sintomatologia lieve da coronavirus

Misurazione della febbre all'ingresso di un concerto a Fiume

In ottemperanza alle raccomandazioni dell’Istituto nazionale di salute pubblica, la Città di Fiume e la Task force cittadina hanno allestito una struttura destinata a ospitare in autoisolamento i turisti risultati positivi al Covid-19, i quali manifestano sintomi lievi e che dunque non necessitano del ricovero ospedaliero. Come spiegato ieri, nel corso del Collegio del sindaco, dal comandante del Comando locale, Hinko Mance, il “centro di quarantena” è già operativo e rimarrà tale fino al prossimo 25 settembre. Dispone di 16 stanze doppie e triple e di altre 2 riservate al personale sanitario. Per il suo allestimento sono state stanziate 123mila kune dal Bilancio cittadino. Sull’argomento il sindaco Vojko Obersnel ha voluto lanciare una stoccata al Comando nazionale e regionale.
“Francamente non capisco la decisione di lasciare alle unità d’autogoverno locale la briga di organizzare la quarantena. E non capisco nemmeno l’atteggiamento del Comando regionale, che non è intenzionato a organizzarla in un unico centro all’interno della Regione, bensì di affidare la questione a singole Città e Comuni. Noi il nostro l’abbiamo comunque fatto.
Abbiamo inoltre dato la disponibilità a mantenere operativa questa struttura anche nei mesi successivi, seguendo ovviamente l’evolversi della situazione epidemiologica”.
Mance resta al comando dei Vigili del fuoco
Ampio spazio è stato quindi dedicato alla relazione sul Bilancio finanziario e sul resoconto delle attività svolte l’anno scorso dai Vigli del fuoco di Fiume.
A illustrare i dati è stato Hinko Mance. Il 2019 è stato chiuso in positivo di circa 8.000 kune, con le entrate e le relative uscite che si erano praticamente equiparate (entrambe pari a 28,3 milioni di kune). L’anno scorso gli interventi effettuati dai pompieri sono stati complessivamente 1.365, di cui 1.124 sul territorio di Fiume, 238 nel suo circondario e 3 al di fuori del proprio territorio di competenza, ovvero a Segna e Sebenico per incendi boschivi di vaste proporzioni, nonché sull’isola di Arbe in seguito allo sversamento in mare di sostanze pericolose.
A Hinko Mance è stato affidato ieri un nuovo mandato della durata di cinque anni a capo del Comando fiumano dei Vigili del fuoco.
In autunno il Museo della Farmacia
Si è parlato infine anche dei lavori d’allestimento del futuro Museo della Farmacia. Un progetto che mira a raccontare la lunga tradizione farmaceutica in riva al Quarnero. Il Museo s’inserisce nell’ambito del progetto CEC 2020 ed è un’iniziativa congiunta tra la casa farmaceutica Jadran Galenski Laboratorij (JGL), il Museo Civico e la municipalità. La struttura troverà spazio al pianterreno di un palazzo di proprietà della Città, e più precisamente al civico 11 in Calle Canapini (Užarska). Si estenderà su una superficie di circa 140 metri quadrati e sarà suddivisa in dieci sezioni tematiche. I lavori d’allestimento procedono spediti e se non ci saranno intoppi sulla tabella di marcia, l’inaugurazione è prevista a cavallo tra settembre e ottobre.

Facebook Commenti