Fiume: Nina lascia il porto. Finalmente

L'addio della Nina. Foto Goran Žiković

Dopo mesi e mesi di rinvii, alla fine il momento della separazione è arrivato. Nel tardo pomeriggio di ieri la motonave Nina ha infatti sciolto gli ormeggi e lasciato il molo Adamich. Trainata da un rimorchiatore, la nave, che un tempo ospitava a bordo un bar e un night club, in queste ore è in navigazione verso l’isola di Curzola.
Abbiamo quindi raggiunto telefonicamente il suo proprietario, Josip Mrakovčić, per saperne di più sul destino di Nina, il quale però non ha voluto rilasciare dichiarazioni.
Rajko Jurman, dell’Autorità portuale, ci ha invece confermato che la sua prossima destinazione è un cantiere navale a Curzola, dove verrà ristrutturata.
“Al momento non sono però a conoscenza delle intenzioni del proprietario e quindi non so dirvi se la nave verrà venduta oppure se è previsto un altro tipo di utilizzo”, ha precisato.
Quanto invece al futuro impiego del molo Adamich, Jurman ha rivelato che verrà utilizzato per l’ormeggio di yacht e altre imbarcazioni delle medesime dimensioni di quelle attraccate accanto all’edificio amministrativo del Porto e dell’Autorità portuale.
“Lo spazio lasciato libero dalla nave ci permetterà di accogliere una quindicina tra piccoli yacht e barche a vela che, assieme a quelle antistanti il ristorante Boonker, andranno a formare una sorta di angolo nautico. I lavori inizieranno a breve e contiamo di portarli a termine entro due mesi. Durante la stagione estiva vedremo poi di sfruttare i nuovi ormeggi per richiamare i diportisti che navigano nelle acque quarnerine e quindi attirarli in città, magari anche per più giorni, dando così un piccolo, ma importante impulso al turismo nautico”, ha concluso Rajko Jurman.

Facebook Commenti